Anarchia la notte del giudizio: recensione

Scritto da   il   Nessun commento

Il 23 luglio arriva nelle sale italiane l’attesissimo “Anarchia – la notte del giudizio” scritto e diretto da James DeMonaco.
Sequel di “The Purge” del 2013 che ha conquistato il botteghino internazionale a fronte di un budget esiguo, il secondo capitolo della saga thriller è candidato a bissare il successo.
A differenza del primo capitolo, la storia si svolge in città, tra le strade violente di Los Angeles. Il nuovo governo americano, quello dei Padri Fondatori, ha risolto il problema della violenza e della disoccupazione rilegando ad un’unica notte dell’anno la legalizzazione di qualsiasi crimine commesso. Lo “sfogo annuale” così prevede la possibilità per ogni cittadino di impugnare le armi e scendere in strada a picchiare, massacrare e uccidere: non ci sono regole e nessun crimine è punibile. Chi non vuole partecipare si deve semplicemente barricare in casa. Un gruppo di persone mal assortito si ritroverà ad affrontare la terribile notte: Shane (Zach Gilford) e Liz (Kiele Sanchez) sono due fidanzati che si ritrovano in centro a causa del malfunzionamento della loro macchina Eva (Carmen Ejogo) e Cali (Zoe Soul) sono madre e figlia che sono state prelevate con la forza dalla loro abitazione; Leo Barnes (Frank Grillo) invece è armato e vuole vendicarsi dell’uomo che gli ha ucciso il figlio.
Come nel primo capitolo, lo sviluppo narrativo è ben articolato, il ritmo incalzante, il messaggio forte e potente. Sotto la lente d’ingrandimento infatti c’è sempre una società americana in crisi di valori che arma grandi e piccoli, fomentando violenza e atrocità. È un’America del futuro che assomiglia forse troppo a quella di oggi: tutto si basa sul denaro ed i ricchi e potenti decidono le sorti dei più poveri.
Intelligente, puntuale e avvolgente, il film di DelMonaco omaggia molte pellicole del genere: dal leggendario “The Warriors” di Walter Hill del 1979 alla saga horror “Hostel” di Eli Roth.
Il finale anche se citofonato riscatta l’etica e la morale dello spettatore: il perdono e la misericordia rendono migliore il Mondo!
“Anarchia – la notte del giudizio” è un film importante con un messaggio forte ed incisivo.

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*