Infertilità maschile: l’inquinamento è tra le prime cause

Scritto da   il   Nessun commento

Ebbene sì, l’inquinamento è stato classificato tra le cause che possono condurre un uomo all’infertilità! Stando ai dati raccolti dai ricercatori, difatti, gli spermatozoi presenti all’interno del liquido seminale si sarebbe dimezzato negli ultimi 30 anni. Visto il trend, si pensa che con l’avanzare degli anni vi sarà un ulteriore peggioramento dovuto proprio all’esposizione del nostro organismo ad agenti inquinanti, specie le polveri fini.

Nelle giornate del 23 e 24 febbraio 2018 si parlerà proprio di questo argomento in occasione del congresso nazionale sulla procreazione medicalmente assistita, che si svolgerà a Firenze. Ad ogni modo, ad influire sul comportamento degli spermatozoi sono anche le fonti di calore o le radiazioni: in tal caso, gli esperti sottolineano che le persone che si trovano maggiormente a rischio sono quelle che lavorano come operai ed il cuoco.

Passando al mondo femminile, invece, si può accennare che le cause di infertilità sono altre: ad esempio, parliamo di infertilità quando una donna esagera con l’utilizzo di farmaci come l’ibuprofene. Va detto, però, che vi sono pure cause comuni in entrambi i sessi che possono portare all’infertilità: parliamo delle bevande dannose o degli alimenti che possono anch’essi rappresentare un pericolo. Fumo ed alcool, poi, sono senz’altro due dei fattori più conosciuti ad oggi!

Copywriter professionista appassionata di tutto ciò che riguarda la bellezza e la moda. Proprietaria del portale GlamChicBold.com.

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*