Come prendere un neonato in braccio?

Scritto da   il   Nessun commento

Una neomamma, a volte, si può porre delle domande circa i suoi movimenti nel confronto del piccolo: quindi, onde evitare di fargli male, ci si chiede quale possa essere il modo migliore per prendere in braccio il neonato, senza temere per la sua testa piuttosto che per la sua schiena.

La prima cosa da considerare  in questa situazione è che la testa del neonato non deve mani ciondolare, soprattutto all’indietro. Il piccolo, difatti, deve ancora rafforzare la muscolatura e proprio per questo la testa è la parte più pesante del suo corpo.

Quando si cerca di prendere un neonato disteso, sarà necessario mettere entrambe le mani sotto le ascelle, ma allo stesso tempo, dovrete allargarle per non provocare per l’appunto un ciondolamento della testa che, invece, dovrà essere ben ferma. L’alternativa potrebbe essere quella di mettere una mano sotto la testa ed una sotto la nuca in maniera che il neonato sia sollevato correttamente.

Per la fase digestiva, invece, dovrete fare in modo di mettere il capo del bambino sulla vostra spalla: in questo modo, l’altro braccio garantirà la giusta presa del piccino. Un’altra posizione utile è quella da fargli assumere nel caso in cui soffrisse di colichette: mettetelo disteso su un avambraccio ed ondenggiatelo delicatamente, così da fargli passare il mal di pancia con il vostro calore corporeo.

Terminiamo con la presa a culla: prendendo sempre il bimbo con due mani, successivamente, distendetelo mettendo la sua testa nell’incavo del vostro braccio. In questo modo, il piccino sentirà il vostro cuore e potrà così rilassarsi ed addormentarsi.

Copywriter professionista appassionata di tutto ciò che riguarda la bellezza e la moda. Proprietaria del portale GlamChicBold.com.

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*