Cosa fare per il formicolio alla pancia

Scritto da   il   Nessun commento

Molto spesso le future mamme sono sottoposte al cosiddetto formicolio alla pancia, disturbo che si può evidenziare proprio durante gli ultimi mesi della gestazione. Questo è dovuto al fatto che il bebè si muove nella pancia, ma in altri casi, quando questo è accompagnato da prurito si può ricondurre al fatto che la pelle è tesa e questo è il risultato. Talvolta è possibile evidenziare insieme al formicolio la pancia gonfia e dura, causando anche dei piccoli dolori e fastidio. In tal caso potrebbe trattarsi di contrazioni, ma è meglio comunque affidarsi al medico per un consulto così da determinare che cosa sia.

Ma che cosa fare in questi casi?

Se la sensazione di formicolio alla pancia non si rileva insieme al prurito, allora è il caso di non intervenire con rimedi di alcun tipo giacché é proprio il feto che provocare questo strano fenomeno, se così possiamo definirlo.  Nel caso in cui si manifestasse prurito diffuso sulla pancia, allora,  sarà utile consultarsi con il proprio medico e intervenire con qualche rimedio naturale: un esempio, potrebbe essere il talco mentovato e l’acqua di rose.

Un altro consiglio è quello di intervenire con l’olio di mandorle e di jojoba, utile per evitare l’effetto stiramento tipico dell’ultima fase della gravidanza: entrambi gli oli sono indicati soprattutto per le pelli poco elastiche che tendono più facilmente a far emergere le famose smagliature. Con queste poche dritte potrete star certe di non soffrire di questi fastidi e per qualunque dubbio potete rivolgervi al vostro medico di fiducia.

Copywriter professionista appassionata di tutto ciò che riguarda la bellezza e la moda. Proprietaria del portale GlamChicBold.com.

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*