La gravidanza può essere hot!

Scritto da   il   Nessun commento

Spesso durante la gravidanza l’attività sessuale subisce un brusco stop e molte volte i primi a essere frenati sono gli uomini non per mancanza di  desiderio ma per paura di fare del male al nascituro ed è così che per molte coppie i 9 mesi della gravidanza non sono solo mesi di dolce attesa ma anche mesi di astinenza. Ma non c’è nulla di più sbagliato: il sesso in gravidanza è sicuro e può essere anche più bello di quanto si immagini assumendo un significato nuovo più ricco e profondo  che può aiutare a rafforzare ancora di più l’intesa con il proprio partner. Ci sono molte paure, tabù e falsi miti che circondano il sesso in gravidanza ora proviamo a rispondere ad alcune domande molto comuni.

Se è lui ad essere frenato cosa fare?  In questo caso è molto importante il dialogo e cercare di capire cosa frena il proprio compagno aiutarlo ad adattarsi alla nuova fisicità che il corpo della donna sta assumendo. Oggi esistono dei completini intimi molto carini proprio per le donne incinta che valorizzano al meglio la femminilità di questo periodo.

Il sesso può provocare danni al bambino?  Il bambino è ben  protetto all’interno del sacco amniotico quindi i rapporti sessuali non recano alcun danno al bimbo anzi pare che abbiano addirittura effetti benefici grazie alla sensazione di benessere che prova la mamma dovuta al rilascio di endorfine .

Ci sono delle posizioni ottimali? Per quanto riguarda le posizioni è possibile trovare delle varianti per avere una vita sessuale soddisfacente nonostante il pancione. La gravidanza può anche servire per sperimentare nuove posizioni (potrebbe essere più comodo mettersi su un fianco, con il partner di fronte o dietro, o come alternativa mettersi sopra di lui, o a cavalcioni sul partner voltandogli le spalle), o scegliere soluzioni alternative al coito.

Dad kissing wife's belly

Ci sono delle differenze tra i tre trimestri?

1° TRIMESTRE
La tempesta ormonale ed emotiva (soprattutto se si è alla prima gravidanza) che coinvolge la donna in questo periodo può far sì che la sessualità subisca una battuta d’arresto. Dal punto di vista fisico infatti  nei primi tre mesi vi è un aumento degli estrogeni e del progesterone e una diminuzione del testosterone che può provocare un  calo del desiderio.

2° TRIMESTRE
E’ certamente il miglior momento per vivere l’attività sessuale: gli spiacevoli fastidi del primo trimestre come la nausea si attenuano e inoltre l’aumento del seno, pelle e capelli lucenti e una pancia ancora non molto  ingombrante regalano alla donna una nuova femminilità e dal punto di vista fisico un aumento della produzione ormonale comporta anche un aumento del desiderio sessuale.

3° TRIMESTRE
I rapporti sessuali possono essere più complicati perché il pancione inizia ad essere ingombrante, si inizia ad accusare un po’ di stanchezza e può aumentare l’ansia del parto perciò in questo momento il desiderio può naturalmente diminuire .

Ci sono i casi in cui è meglio astenersi ? In caso di minaccia di aborto, di parto pretermine, precedenti parti prematuri,  pregressi interventi al collo uterino è sempre importante chiedere il parere del proprio ginecologo.

Appassionata di viaggi... e non solo.

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*