Svezzamento vegetariano: pro e contro

Scritto da   il   Nessun commento

Generalmente, il periodo dello svezzamento avviene al quarto mese di vita del bambino e, che sia tradizionale o vegetariano, si cerca di abituare il proprio piccolo a mangiare qualcosa di diverso dal latte materno o comunque in polvere.

Sono sempre di più le persone che decidono però di procedere con uno svezzamento vegetariano, ma naturalmente si possono evidenziare sia dei pro che dei contro nella scelta di questa tipologia di alimentazione. Per quanto riguarda i pro, un regime alimentare di questo tipo, dunque ridotto di proteine e grassi saturi, porta ad una diminuzione del livello del colesterolo.

Passando ai contro, è necessario porre sempre prudenza: i pediatri, difatti, sostengono che durante questo momento della vita i bimbi hanno bisogno di tutte le sostanze nutritive e quindi di una dieta equilibrata, sana e completa. Il consiglio è dunque di evitare di imporre da subito e senza alcun consulto una dieta vegetariana al 100%, ma chiedere al pediatra potrà aiutarti a capire realmente se questa tipologia di alimentazione possa fare al caso del tuo bambino.

Copywriter professionista appassionata di tutto ciò che riguarda la bellezza e la moda. Proprietaria del portale GlamChicBold.com.

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*