Alessia Marcuzzi duramente attaccata: ecco il motivo

Scritto da   il   Nessun commento

Dopo aver postato l’immagine di un suo colorato look primaverile, la conduttrice è stata accusata dagli hater di non avere più l’età per vestirsi così. Poi gli insulti si sono spostati sulla sfera professionale con l’invito a smetterla di fare tv perchè, a loro dire, non avrebbe talento
“Ti stai a fa’ vecchia” le scrivono, definendola con ironia “l’eterna giovinotta…”, anche se in molti, se non altro, sono “contenti” non solo di “vederla vestita normale” dati i look di scena che Alessia ama sfoggiare quando è in onda, ma soprattutto per i jeans che “coprono le tue gambe storte”.
Presa di mira per il caso legato a Riccardo Fogli, da cui si è sempre difesa, rilasciando anche alcune dichiarazioni in merito a Verissimo, la Marcuzzi sembra non trovare pace. Solo poche settimane fa, infatti, vi raccontavamo degli insulti ricevuti dalla stessa e da sua figlia Mia su Instagram. A tal punto da portare Francesco Facchinetti, ex compagno della conduttrice e padre di Mia, ad intervenire duramente con alcune storie su Instagram.
Quando Alessia è stata ospite a “Domenica In” da “zia” Mara Venier, le scrivevano : “Corri dalle zie e dagli zii per aiutarti a rimettere in piedi la tua “immagine” dopo i disastri che hai combinato all’Isola?! Solo gli stolti possono crederti!”,
E ancora: “Ogni volta che combini una marachella qualcuno viene in tuo soccorso. Ma quanti anni hai?! Certo che veramente le professioniste sono altre. Chapeau a Simona Ventura! Tu NON hai più alcuna credibilità! Ma datti al karaoke”.
La conduttrice sempre molto vicina a temi sociali molto delicati, non ha potuto fare a meno di condividere un post su Instagram.

In questo caso la foto riguardava la giornata mondiale contro l’omofobia. Nello scatto condiviso si vedono le labbra di due donne incontrarsi per lo scambio di un tenero bacio. La conduttrice in questo caso ha voluto schierarsi dalla parte dell’amore universale, con una didascalia che fa ben intendere il suo pensiero:

“Al cuore non si comanda❤️#giornatamondialecontrolomofobia#stophomofobia#17maggio“.Questo gesto ha generato uno scalpore che hanno portato alcuni ad attaccare duramente la Marcuzzi.
A spiccare il commento di una follower, di cui vi riportiamo un piccolo stralcio:

“Purtroppo ancora nel 2019 essere etichettato come “diverso” (ma poi diverso da cosa?) è qualcosa che stigmatizza e peggiora le vite delle persone. Una cosa però vorrei fosse chiara: non si decide di essere gay, non si decide di essere transessuali MA si decide di essere odiatori”.

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*