Gf Vip: quella volta che Pamela Prati ha picchiato Valeria Marini

Scritto da   il   Nessun commento

Valeria Marini e Pamela Prati dicono di essere amiche, non si sa quanto sia vero, certo è che in passato sono state nemiche. A dimostrarlo è ciò che è successo una sera di tanti, tanti anni fa e che in pochi ricordano…

Ecco i fatti. È l’inizio di gennaio 1996, Leo Gullotta, della Compagnia del Bagaglino, festeggia 50 anni. Il jet set dell’epoca è alla Cabala, discoteca “in” del momento. Duecento invitati, tra loro i protagonisti del Bagaglino, l’intruso è il comunista Fausto Bertinotti con consorte.Marini tre anni prima aveva sostituito la Prati al Bagaglino, scippandole il ruolo di primadonna. Alla festa Pamela arriva puntuale, abito lungo luminoso, Valeria in ritardo (pare di un paio d’ore), abito lungo rosso fuoco. Luci soffuse, musica, calici, le dive si ignorano finché possono. Poi, al taglio della torta, Gullotta le prende per mano, Marini a sinistra, Prati a destra, di fronte le candeline da spegnere.

Home » LO SAPEVATE CHE… » Gf Vip: quella volta che Pamela Prati ha picchiato Valeria Marini

LO SAPEVATE CHE…28/09/2016
GF VIP: QUELLA VOLTA CHE PAMELA PRATI HA PICCHIATO VALERIA MARINI
image: http://www.novella2000.it/wp-content/uploads/cropped/Schermata-2016-09-28-alle-18.18.20_900x513_1.jpg

Gf Vip: quella volta che Pamela Prati ha picchiato Valeria Marini

Valeria Marini e Pamela Prati ora si trovano entrambe nella Casa del Grande fratello Vip, dicono di essere amiche, non si sa quanto sia vero, certo è che in passato sono state nemiche. A dimostrarlo è ciò che è successo una sera di tanti, tanti anni fa e che in pochi ricordano…

Ecco i fatti. È l’inizio di gennaio 1996, Leo Gullotta, della Compagnia del Bagaglino, festeggia 50 anni. Il jet set dell’epoca è alla Cabala, discoteca “in” del momento. Duecento invitati, tra loro i protagonisti del Bagaglino, l’intruso è il comunista Fausto Bertinotti con consorte.
Immancabili, le dive dello show di Pier Francesco Pingitore (che quella sera è il grande assente): Marini e Prati. Marini tre anni prima aveva sostituito la Prati al Bagaglino, scippandole il ruolo di primadonna. Alla festa Pamela arriva puntuale, abito lungo luminoso, Valeria in ritardo (pare di un paio d’ore), abito lungo rosso fuoco. Luci soffuse, musica, calici, le dive si ignorano finché possono. Poi, al taglio della torta, Gullotta le prende per mano, Marini a sinistra, Prati a destra, di fronte le candeline da spegnere.
Il festeggiato non fa in tempo a iniziare i ringraziamenti, che si vede Pamela tirare i lunghi capelli dorati di Valeria. E li tira con tanta rabbia che Valeria s’inarca, lascia la mano di Gullotta, si protegge il viso («Se mi avesse colpito al volto, mi avrebbe rovinata», ha dichiarato poi Valeria). Da entrambe le parti partono offese indicibili, solo da parte della Prati spintoni, graffi, schiaffi.

Marini non reagisce, cade a terra, Pamela pare abbia tirato pure qualche calcio. Gullotta, sudato e spaventato, le divide. Valeria, traballante ma di nuovo in piedi, dice al suo segretario: «Giovanni, hai visto che mi ha fatto quella? Portami in ospedale». Al pronto soccorso le trovano braccia scorticate da graffi: una decina i giorni di prognosi. Intanto alla Cabala la festa finisce, non è più aria di brindisi. La Prati, ricomposta, con lo sguardo soddisfatto, avrebbe detto: «Quella mi aveva fatto le smorfie. Dovevo reagire».

Dopo questo evento, Valeria e Pamela non si sarebbero parlate per dieci anni…

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*