La classifica degli stabilimenti più costosi in Italia

Scritto da   il   Nessun commento

Oggi desideriamo parlare delle spiagge più costose che si trovano in Italia e che sono state dichiarate tali direttamente dal Codacons. Il primo da segnalare è lo stabilimento di Flavio Briatore, il Twiga, che si trova a Marina di Pietrasanta:  come si può notare, il gazebo presidenziale può costare sino ad un mese di stipendio e, di conseguenza, il doppio di una pensione minima. Ciò significa che si paga fino a 1000 euro al giorno.

Al secondo e terzo posto, invece, vediamo piazzarsi l’hotel Excelsior di Venezia che, durante l’alta stagione, mette a disposizione una capanna attrezzata centrale, in prima fila, a 410 euro al giorno. Spostandoci a Porto Cervo, invece, l’hotel Romazzino propone a 400 euro un ombrellone e due lettini, cioè 200 euro a persona.

Anche in Liguria e Salento i prezzi possono far spaventare: a Lerici, difatti, all’Eco del mare sono richiesti 300 euro, mentre a Forte dei Marmi presso l’Augustus hotel si arriva a chiedere fino a 290 euro. I prezzi calano leggermente al Tuscan Day a 150 euro, mentre che in Salento a Borgno Egnazia la cabana dotata di tutti i confort del caso è disponibili per 120 euro.

Se questi sono prezzi che reputate alquanto alti, non preoccupatevi perché non siete i soli. Fateci sapere quanto pagate solitamente per prendere ombrelloni e lettino in spiaggia!

Copywriter professionista appassionata di tutto ciò che riguarda la bellezza e la moda. Proprietaria del portale GlamChicBold.com.

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*