Maria De Filippi passa alla RAI? Lo scoop che sta facendo tremare Mediaset

Scritto da   il   Nessun commento

La notizia sta facendo tremare i pilastri del regno Mediaset, dove già da tempo circolava la notizia, che, almeno fino ad oggi, non è mai stata ufficializzata. Maria De Filippi ha garantito alla reti del biscione picchi di share con i suoi programmi, in particolare “C’è posta per te” e “Uomini e Donne”, che continuano a macinare ascolti da record. Immagina solo come sarebbe Canale 5 privo del viso sereno e sorridente di Maria De Filippi, perché è infatti di questo che si sta parlando.A lanciare la bomba, il sito Dagospia che ne sa sempre una in più del diavolo. Ecco quanto riferito dal giornalista Alberto Dandolo:A Milano – Alberto Dandolo per Dagospia – gira voce che Maria la Sanguinaria sia in procinto di avviare una importante trattativa con mamma Rai in qualità di produttrice (con la sua “Fascino)”. Dopo essere stata insignita del titolo “Figura femminile dell’anno” al Premio Regia Televisiva 2015, Maria De Filippi è di sicuro al centro dell’attenzione: dall’altra parte della sponda, sicuramente, si sono accorti del successo che garantisce la sua presenza, il pubblico le è affezionato, è una presentatrice onesta, che non rincorre sfacciatamente lo scoop, ma lo cavalca con grande eleganza e diplomazia.

Difficile davvero pensare un suo passaggio alle reti Rai, soprattutto se si considerano gli imminenti progetti televisivi, che la vedono protagonista: dopo l’imminente finale della 14esima edizione di Amici, la De Filippi è pronta a lanciare un nuovo talent, il cui nome è già un programma, “Piccoli giganti”.

In realtà questo esperimento televisivo è un format messicano: “Pequeños Gigantes” è già alla sua seconda edizione e ha da subito riscosso grande successo. Possibile che la De Filippi, in procinto di lanciare in tv la sua nuova “creatura” stia trattando per un suo passaggio in Rai?

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*