Nina Moric: “Mio figlio ha gravissimi problemi di salute”

Scritto da   il   Nessun commento

Nina Moric ha pubblicato sui social un messaggio tenero e al tempo stesso doloroso rivolto a Carlos. Purtroppo la modella non avrà modo di trascorrere le feste natalizie con lui e ha espresso tutto il suo dispiacere. Il figlio nato dalla relazione con Fabrizio Corona, è stato affidato alla nonna Gabriella.
Nina Moric ha pubblicato su Instagram un messaggio dedicato a Carlos, in cui ha espresso il dolore di passare Natale lontano da lui. Le sue parole sono state: “Ti ho visto oggi come ti vedo tutti i giorni…già, sto parlando di FaceTime, quella tecnologia avanzata che ci dà l’opportunità di sentirci vicini. Sei così meraviglioso, perdonami per le lacrime che ho versato mentre ti stavo guardando. Volevano accontentarmi domani con un educatore sconosciuto per far finta che sia Natale. L’ho rifiutato perché tu non hai bisogno di queste briciole. Per di più figlio mio, tua madre visto che non può passare il Natale insieme a te, ha deciso di partire. Non andrò a fare delle vacanze spensierate, tu lo sai. Ti amerò per sempre, tua madre”.
Secondo quanto dichiarato da Nina Moric in un’intervista rilasciata a HuffingtonPost, Carlos sarebbe stato affidato alla nonna Gabriella Corona. La modella ha espresso tutto il suo disappunto: “Spero che Fabrizio esca dal carcere. Anche lui non appoggia ciò che sua madre sta facendo a nostro figlio. La mia ex suocera come madre ha fallito. Con Fabrizio Corona ha fatto un disastro. Adesso vuole una nuova chance”. Nina Moric – sempre sulle pagine di HuffingtonPost – non ha escluso la possibilità di entrare in politica per difendere suo figlio e poter trascorrere più tempo con lui. La modella ha dichiarato: “Sono una madre disperata a cui le istituzioni hanno tolto un figlio, ed è proprio contro quelle istituzioni e quella burocrazia che voglio combattere. Se per difendere mio figlio e tutte le madri e i padri che hanno subito la mia stessa tortura devo arrivare in parlamento vorrà dire che ci arriverò”.
Intervistata da Huffingtonpost, la bella modella croata ha espresso il suo punto di vista sullo Ius soli, sulle condizioni dei migranti e sul perché ha deciso di schierarsi dalla parte di CasaPound. “Sono una madre disperata a cui le istituzioni hanno tolto un figlio – spiega Nina Moric – ed è proprio contro quelle istituzioni e quella burocrazia che voglio combattere. Se per difendere mio figlio e tutte le madri e i padri che hanno subito la mia stessa tortura devo arrivare in Parlamento vorrà dire che ci arriverò”.

Ma è proprio a questo punto della lunga intervista che Nina Moric spiazza il giornalista rivelando che suo figlio ha gravi problemi di salute. Carlos, il figlio avuto con Fabrizio Corona, vive con sua suocera da circa due anni. “Mio figlio – precisa – mi è stato portato via in base a dicerie secondo cui io facevo uso di stupefacenti o alcol. Ho fatto tanti test ed è sempre uscito tutto negativo”. Poi la confessione: “Però non è cambiato niente. Intanto mio figlio ha dei problemi di salute gravissimi ed io non posso stargli vicino”.

Ma perché Nina Moric non può stare vicino a suo figlio? “La mia ex suocera come madre ha fallito – risponde -. Con Fabrizio Corona ha fatto un disastro. Adesso vuole una nuova chance e sfrutta il potere e le conoscenze che il marito Vittorio Corona gli ha lasciato. Vittorio si vergognerebbe per quello che mi sta facendo. Lui era un grande uomo, un giornalista come pochi che aveva legami con chiunque, dai magistrati ai servizi segreti. Oggi sua moglie sfrutta questi contatti per mettere pressione a chi decide, tutto per un suo capriccio”.

E in tutto questo Carlos? “Lui sta sempre peggio – confessa Nina Moric – e anche io non sono serena. Spero che Fabrizio esca dal carcere. Anche lui non appoggia ciò che sua madre sta facendo a nostro figlio. Ogni quanto lo vedo? Una volta a settimana per un’ora e mezza, massimo due. Ho fatto un conto delle ore: negli ultimi due anni ho visto mio figlio per otto giorni”.

Già qualche settimana fa la modella croata aveva rivelato di essere una “mamma disperata” perché non poteva vedere liberamente suo figlio. Ora agiunge un tassello in più alla sua disperata battaglia per riprendersi il suo amato figlio.

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*