Proposto il divieto in UE del clorpirifos

Scritto da   il   Nessun commento

Preservare l’ambiente in cui viviamo ed anche gli alimenti da contaminazioni nocive per la salute è assai importante: proprio per questo la Commissione Europea ha proposto di recente il divieto di utilizzo del clorpirifos ovvero una molecola che si trova comunemente all’interno degli insetticida che si utilizzano specie in agricoltura.

Lo stesso risale come prima messa sul mercato addirittura agli anni Sessanta negli USA: stando a quanto si evince dalla notizia apparsa su “ANSA” sarebbero emersi degli effetti nocivi sull’uomo con l’utilizzo di questo specifico prodotto insetticida. Ad ogni modo, già in passato si erano evidenziate delle anomalie: in particolare, parliamo delle donne in gravidanza che erano state “negativamente” protagoniste poiché si era riscontrato un maggiore sviluppo di disturbi neurologici nei bambini.

La licenza del clorpirifos scarà il 31 gennaio 2020 e la Commissione Europea sta pensando di non rinnovare l’autorizzazione all’utilizzo di questo componente all’interno degli insetticida. Attualmente, è in uso in 20 paesi appartenenti tra cui l’Italia, anche se va sottolineato che nel 2013 tanti prodotti che contenevano questo elemento erano stati ritirati dal mercato.

Copywriter professionista appassionata di tutto ciò che riguarda la bellezza e la moda. Proprietaria del portale GlamChicBold.com.

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*