Istanbul: là dove si incontrano i continenti

Scritto da   il   Nessun commento

Ad Istanbul l’Oriente incontra l’Occidente dando vita ad una metropoli affascinante che lascia molti visitatori letteralmente incantanti non solo per la ricchezza del suo patrimonio artistico ma anche per  l’ospitalità dei suoi abitanti.

Top Five:

1. Aya Sofya

2.Palazzo Topkapi

3.Cisterna Basilica

4. Gran Bazar

5. Attraversare il Ponte di Galata al tramonto

Il miglior modo per visitare la città è a piedi e a Sultanhamet è concentrato gran parte dei punti di interesse della città a poca distanza l’uno dall’altro.

In cima alla lista dei punti da vedere c’è sicuramente Aya Sofya il monumento più noto di Istanbul che ha una storia tanto lunga quanto affascinante:  fatta costruire dall’imperatore Giustiniano, fu la chiesa più grande della cristianità fino alla caduta di Costantinopoli, quando fu convertita in moschea fino al 1934 quando subì una nuova conversione questa volta definitiva in museo.Se l’edificio  dall’esterno sembra non particolarmente bello l’interno  decorato con mosaici raffinati e sormontato da una magnifica cupola dal diametro di 30m è semplicemente splendido.

the-hagia-sophiabyzantine-masterpiece--hagia-sophia--picture-of-the-day-77mzhmm0int aya sofya

Di fronte ad Aya Sofya c’è la Moschea Blu chiamata così per lo splendido colore delle maioliche all’interno straordinario. Si eacconta che il Sultano Ahmet la fece realizzare  per avere una moschea che potesse competere per bellezza con Aya Sofya.
Moschea-Blu-interno19197_istanbul_la_moschea_blu

A poca distanza c’è la Cisterna Basilica un’opera sotterranea che risale all’epoca bizantina, quando era un deposito per le acque della città.Molto suggestiva la passeggiata tra le colonne sulle passerelle con il rumore dell’acqua.

cisterna

E’ consigliabile dedicare almeno una mezza giornata alla visita del palazzo Topkapi davvero ricco di cose da vedere.

topkapi-palace-birds-view

Nella parte antica di Istanbul  c’è quello che è considerato il più grande mercato coperto del mondo cioè il Gran Bazar noto come Kapali Çarşı :  un enorme ed  intricato labirinto di vie ricche di commercianti.
gran bazar

Oltre alla Moschea Blu un’altra bella Moschea da visitare è la Süleymaniye camii cioè la Moschea di Solimano che sorge su un colle di Istanbul ed infatti visibile da molte parti della città.

moschea solimano

Al di là del Ponte di Galata(davvero bello attraversarlo al tramonto) c’è un Instanbul più moderna il cui cuore è certamente piazza Taksim da cui parte Istiklal Caddesi una lunga via commerciale.

Quando andare:

Il periodo migliore è certamente la primavera o l’autunno ma anche d’inverno non fa eccessivamente freddo.

Hotel: è preferibile prenotarne uno nel quartiere di Sultanahmet per avere a portata di mano tutte le principali attrazioni della città.

Eccone un elenco che rientra in una fascia di prezzo tra i 50 e 120 € a notte per una camera doppia: Best Point hotel Old City,Erboy, Sapphire, World Heritage, Magnaura Palace, Yasmak Sultan, Armada Old City

 

 

 

 

Appassionata di viaggi... e non solo.

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*