Malaga e Granada: arte e passione andalusa

Scritto da   il   1 commento

Chi già conosce le grandi città spagnole come Barcellona e Madrid non resterà deluso nemmeno da una visita a Malaga e Granada e dalla scoperta dell’Andalusia.

Nota per essere la città natale di Antonio Banderas ma soprattutto di Pablo Picasso Malaga è una città d’arte con l’atmosfera vivace e il caldo tipico delle città del sud.

Molto caratteristico è il centro storico (casco antiguo) con le sue stradine strette piene di bar e locali. All’interno della città vecchia è possibile visitare la cattedrale ma soprattutto il Museo Picasso che ospita un’ampia collezione di opere del celebre artista.

malaga-spain1

Malaga è dominata dall’alto dal castello di Gibralfaro e l’Alcazaba il palazzo fortezza dei governatori musulmani che testimoniano il passato arabo di Malaga.

La spiaggia più vicina al centro cittadino è Playa de la Malagueta che si raggiunge percorrendo tutto Paseo del Parque un bel viale alberato.

La specialità gastronomica di Malaga è il pesce fritto e in particolare la fritura malagueña è un fritto misto con alici, calamari e altri piccoli pesci.

Tipico di Malaga come di tutta la Spagna è che la serata inizia davvero tardi generalmente non si cena prima delle 22. E’ consigliabile fare un lento giro di tutti i bar di tapas di cui è pieno il centro storico.

La pasticceria migliore della città è Cafè Lepanto situata nella centralissima Calle Marqués de Larios.

Hotel: 2* o 3* Hostal Larios, Hotel Carlo V, Hotel Don Currò tutti e 3 molto centrali

4* AC Malaga Palacio è senza dubbio il migliore della città per posizione, qualità e servizi offerti (splendida la piscina sul tetto), ottimi e centralissimi anche il Room Mate Larios e il Molina Lario.

 

Una volta arrivati a Malaga è impossibile non dedicare almeno un giorno alla visita della spendida Granada situata a 125 km da Malaga quindi a circa 1 ora e 30 di auto o di autobus che impiega meno tempo del treno.

Il gioiello più prezioso di Granada è senza dubbio l’Alhambra che testimonia la grandezza che raggiunse la civiltà araba in Andalusia ed incluso dall’Unesco tra i siti patrimonio mondiale dell’umanità.

Alhambra_Granada_desde_Albaicin

Per salire sulla collina dell’Alhambra è possibile utilizzare uno degli autobus che partono in continuazione da Plaza Nueva e per evitare la coda alla biglietteria è disponibile la prenotazione online.

Il palazzo degli emiri cioè Palazzo Nazaries è di una bellezza rara ed è certamente l’esempio più bello di architettura araba di tutta Europa. E’ ricco di sale e cortili stupendamente decorati come il Patio de los Leones  e il Patio de los Arrayanes.

granada-day-trip-including-alhambra-and-generalife-gardens-from-in-seville-135853

800px-Alhambra_6

 

Il grandioso complesso dell’Alhambra comprende anche i giardini del Generalife, il museo dell’Alhambra ospitato all’interno del Palacio de Carlo V.

Voli: Malaga è collegata all’Italia con voli diretti da :

Ryan air che serve gli aeroporti di Bologna, Orio al Serio, Roma Ciampino e Treviso

Easy Jet da Milano Malpensa

Vi sono altri voli che però hanno uno scalo.

Quando andare:

A Malaga e a Granada come in tutta l’Andalusia fa molto caldo ed è quindi difficile visitare una città in luglio ed agosto quando le temperature sono costantemente sopra i 30°. Tutto il resto dell’anno è un periodo ottimo in quanto anche l’inverno è molto mite.

 

Appassionata di viaggi... e non solo.

1 commento

  1. maria rosaria

    27 novembre 2013 alle 16:10

    consiglio di andare anche a siviglia:odori,profumi,tapas e flamenco.ma soprattutto è nella settimana santa il momento più intenso e sentito non solo dal popolo andaluso ma anche da tutti i turisti,non solo spagnoli.si respira un’aria a dir poco commovente e meravigliosa che abbraccia tutti i presenti che seguono la processione e la musica struggente e passionale.Siviglia ti conquista!

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*