Eva Henger difende la figlia: “Mio marito ha chiamato il padre dell’ex moglie di Lucas”

Scritto da   il   Nessun commento

Eva Henger è tornata a Pomeriggio 5 per difendere la figlia Mercedesz e la sua storia d’amore con Lucas Peracchi. L’ex naufraga dell’Isola dei Famosi è stata invitata da Barbara d’Urso a replicare alle recenti dichiarazioni di Silvia Corrias, l’ex moglie dell’ex tronista di Uomini e Donne. La ragazza ha chiarito nel salotto Mediaset di non aver mai lanciato nessuna frecciatina a Eva e Mercedesz Henger ma l’ex moglie di Riccardo Schicchi non è dello stesso avviso. Tanto che l’ex conduttrice di Paperissima ha rivelato un retroscena rimasto inedito fino ad oggi: il marito Massimiliano Caroletti ha telefonato qualche settimana fa ad Antonio, il padre di Silvia.

Cosa è successo tra il patrigno di Mercedesz e il padre di Silvia
“Mio marito ha scritto al signor Antonio, il padre di Silvia. È stato molto gentile, ha subito fatto togliere il post alla figlia“, ha confidato Eva Henger a Barbara d’Urso. “Antonio è stato carinissimo, non capisco perché la figlia continui a dire che non è vero nulla. Se non era vero nulla doveva smentire tutto subito, quando la notizia è trapelata sul web”, ha aggiunto la showgirl ungherese. La Corrias, intervenuta a Pomeriggio 5 qualche giorno fa, ha seccamente smentito di aver scritto frecciatine ai danni della famiglia Henger. Eva ci ha poi tenuto a ribadire: “Tra Lucas e Silvia è finita da oltre un anno e lui ha avuto altre relazioni prima di Mercedesz. Ma in questo caso lei non ha fatto storie, perché non erano famose”.

Lucas Peracchi: chi è l’ex moglie Silvia Corrias
Silvia Corrias è una giovane commessa e modella diventata famosa per via del matrimonio segreto con Lucas Peracchi. I due si sono sposati dopo pochi mesi dal primo incontro ma hanno divorziato dopo un solo anno di nozze. Il motivo della rottura? “Ci sono state delle incomprensioni tra di noi”, ha detto il nuovo fidanzato di Mercedesz Henger.

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*