In Alabama firmata la legge sulla castrazione chimica

Scritto da   il   Nessun commento

Kay Ivey, la governatrice dell’Alabama, ha detto di sì alla legge che prevede la castrazione chimica per quei violentatori che si approfittano dei bambini del loro stato. In particolare, si parla di tutte quelle violenze commesse su minori di 13 anni.

L’Alabama, quindi, impone la castrazione chimica a tutte quelle persone che si accingono ad uscire dal carcere ad un mese di attesa, addebitando peraltro le spese. Lo stesso provvedimento si basa su un trattamento dove è necessario somministrare farmaci per iniezione o compresse, così da eliminare l’interesse sessuale e rendendo impossibile lo stesso atto.

Il trattamento, peraltro, potrà essere valutato non necessario solamente da una corte che ne valuta la situazione. Ad ogni modo, la governatrice ha sottolineato più volte che con questo passo si cerca di proteggere ancor di più i bambini che vivono nell’Alabama.

E voi che cosa ne pensate della decisione presa dalla governatrice Kay Ivey? In Italia a sostenere la castrazione chimica è Matteo Salvini, ma anche la maggior parte dei grillini desidera una misura importante.

Copywriter professionista appassionata di tutto ciò che riguarda la bellezza e la moda. Proprietaria del portale GlamChicBold.com.

Commenta... la tua opinione è importante.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*